situazioni surreali

Dopo il suo recente, felice esordio nella narrativa con Maddalena bipolare, la saggista, poetessa e scrittrice Ornella Spagnulo torna alla poesia con la silloge Situazioni surreali, pubblicata da Eretica Edizioni.

L’Autrice spiega che “si tratta di poesie scritte anni fa, riviste nel tempo, a cui tengo molto.”

Usando ancora le sue parole, “alla poesia non si dice no”, né ci si può sottrarre alla sua funzione catartica, per esprimere apertamente, al modo di Virginia Woolf, “emozioni contrastanti e totali come onde” che ci attraversano, in un’incoercibile ricerca di appagamento, di amore e di un senso che appaiono tuttavia irraggiungibili: “Quando arriverà il paese dei morti / sarò più umana”.

In questi versi Ornella, donna colta, critico letterario e saggista, conferma la sua cifra stilistica: “I poeti bravi: / lasciateli a loro / i contorcimenti / le figure retoriche / gli stravolgimenti.” “Permettetemi di sfogare / ciò che è represso / e di trasformarlo / in amplesso verbale!” “Non vantarti se ne uscisti / sano-di-mente: / può essere divertente / guardare il mondo / a testa in giù.”. In un’arguta Ode al ventilatore, la sentiamo invocare: “Oh tu, che smuovi l’aria / muovi anche me”.

È un procedere con linguaggio non alto, tono volutamente prosastico e colloquiale, tuttavia non privo di un ritmo poetico, di una fine cadenza, di ricchezza tematica. Ricordiamo il commento di Claudio Damiani: «Ho letto alcuni testi di Ornella Spagnulo, mi piace la sua immediatezza, la sua frontalità bruta, libera, e il modo fintamente naïf con cui usa le parole». Alcuni aspetti della condizione umana, e femminile in modo specifico, vengono descritti e soprattutto vissuti in prima persona, non solo con un sorriso a tratti amaro, ma anche con l’intelligenza (da intelligere, capacità di intendere, di vedere le cose), la forza, la passione, la capacità di attraversare il dolore, che sono caratteristiche di una donna. Ornella «ha proprio a un bel modo di cogliere i dettagli, le sfumature» (Simone Ghelli), riproducendo «i più intimi moti dell’animo umano» (Angelo Gasparini).

One thought on “situazioni surreali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...